In Italia sono attive da qualche anno esperienze educative libertarie. Rientrano in questa sezione quelle esperienze mature al punto da poter essere considerate scuole.

Piccola Scuola Libertaria Kether – (Verona)

via strada per Montecchio 15, Avesa-Verona

La Piccola Scuola Libertaria KETHERwww.kether.it - realtà veronese dedita all’educazione incidentale, attualmente con 20 bambini/e ragazzi/e  organizzati autonomamente in pluriclasse libertaria dai 6 ai 13 anni che, quotidianamente, in maniera a-direttiva e non adultocentrica, costruiscono nella filosofia e nella pratica dell’incontro la loro realtà educativa empirica ed incidentale insiema a 3 accompagnatori stabili e 3 accompagnatori di materie: Lingua Inglese Pidgin, Cultura Africana in Wolof, informatica open-source, Spagnolo e Culture Latino-Americane, Musica polifonica incidentale.


Attualmente il progetto è attivo per i bambini/e dai 3 ai 14 anni e per l’anno 2016-2017 prevede un ampliamento di percorso per il ciclo delle Medie Superiori con un progetto sperimentale pilota.

Dove e quando: I bambini/e e ragazzi/e dei gruppi di gioco e studio KETHER si incontrano regolarmente per la durata del periodo scolastico e per l’annuale campo estivo, sulle colline di Avesa a 5 chilometri dal centro città di Verona, in una struttura agreste in affitto, immersa nel verde ed affiancata da un antico bosco posto a tutela delle fonti d’acqua degli affluenti del fiume Adige.
L’orario è da Lunedì al Venerdì dalle 8.30 alle14.00 con possibilità di prolungamento frequentazione fino alle ore 16.00.
I pasti sono autogestiti dai ragazzi/e, preparati quotidianamente a casa.
KETHER fornisce agli studenti un servizio di trasporto con tre autovetture passanti per tre differenti punti di raccolta ad est-centro-ovest di Verona.

Contatti: e-mail: piccolascuolalibertaria@gmail.com
Sito: http://www.kether.it/
Telefono: 339/5441739
Indirizzo: KETHER Coop.Sociale, via Strada per Montecchio 15 -  37127 Avesa, VERONA

 

Progetto I Saltafossi – Associazione Merzbau (Bologna)

A CHI SI RIVOLGE: A Bambine/i, Ragazze/i dai 3 ai 14 anni di età
SEDE: attualmente Cadriano (Granarolo Emilia – Bologna), ospiti di una casa in bioedilizia dove vivono due famiglie che partecipano al progetto. I
NUMERO DI PERSONE COINVOLTE: 
4 educatori, 1 tirocinante,  18 bambini di età compresa tra i 3 e i 10 anni
BREVE PROFILO: 
Questo progetto nasce dal desiderio e dalla volontà di fondare uno spazio educativo, ludico artistico-espressivo per bambini/e ragazzi/e adulti che sia esperienza dell’arte e della natura, sia condivisione e incontro con l’altro, per una crescita e uno sviluppo armonico e sereno. Nasce dal bisogno e l’entusiasmo di alcune famiglie di offrire ai propri figli un’opportunità di una crescita serena, che li rispetti come soggetti, che ne valorizzi le potenzialità.

Il progetto ha le sue radici nelle esperienze di ricerca dell’Associazione culturale Il Volo,  nel campo delle discipline psicofisiche, delle arti e dell’educazione  e maturate nel Progetto Merzbau. Riceve ispirazione e impulso dalle esperienze di educazione democratica (democratic education) vive e attive in varie parti del mondo (http://www.eudec.org/home/)

Finalità di questo progetto è proporre un’esperienza che permetta in maniera rispettosa ed efficace  una crescita, una conoscenza, espressioni e relazioni realmente calibrate su i bisogni e le potenzialità di ogni bambino e bambina. Quindi un progetto dinamico, sperimentale e continuamente in movimento per evitare ideologiche prese di posizione adultistiche e autoritarie  a scapito dello sviluppo del desiderio e delle potenzialità del bambino/bambina.

Laica, flessibile negli orari, nell’accesso rispetto alle fasce di età, aperta a tutti, con l’attiva partecipazione delle famiglie e del territorio, come luogo del sapere condiviso.  Che risponda al bisogno delle famiglie di condividere il processo educativo e di essere sostenute nel difficile compito di avere dei figli nella realtà contemporanea. L’immagine è quella di un  cerchio di persone grandi e piccole che possano crescere insieme attraverso il fare con l’arte, la consapevolezza e il rispetto reciproci, il vivere e pensare ecologico, al cui centro ci sia una grande cucina come cuore vivo e pulsante.

Sito del progetto (in costruzione): http://associazionemerzbau.wordpress.com/

Per informazioni: maura.melotti@gmail.com

 

 

Mareggen – Officina del crescere (Genova)

L’educazione dei nostri ragazzi è il migliore investimento per il nostro domani. Noi dell’Associazione “Mareggen officina del crescere” pensiamo che sia possibile realizzare una realtà dove apprendere sia sinonimo di gioia, dove studiare significhi curiosità, dove imparare voglia dire crescere insieme.  Perché imparare una cosa nuova significa diventare qualcosa di meglio. Con questo spirito, abbiamo organizzato il progetto “Libera L’educazione”, ovvero un nuovo modello educativo che si rivolge ai bambini dai 3 ai 10 anni.

L’associazione “Mareggen, officina del crescere” riunisce un gruppo di genitori e di accompagnatori-educatori con lo scopo di dare vita a un progetto educativo che riguarda un’ampia fascia di bambini in età scolare e pre-scolare. Si propone anche come punto di incontro sul territorio per le famiglie che hanno scelto (o sono interessate) all’ istruzione parentale.

Su queste premesse l’Associazione “Mareggen, officina del crescere” aderisce alla Rete di Educazione Libertaria italiana (REL) e all’European Democratic Education Community (EUDEC), ovvero associazioni internazionali che riuniscono diverse realtà democratiche scolastiche italiane ed europee.

Per ulteriori informazioni e notizie: http://mareggen.jimdo.com/

 

Urupia (Francavilla – Brindisi)

 Comune Urupia

c. da Cistonaro – 72021 Francavilla Fontana (Br)
accesso:
al km 9 dalla Strada Provinciale – Francavilla F.na (Br) – San Marzano di S.G. (Ta)
Recapito postale:
C.P. 29 – 74020 San Marzano di San Giuseppe (Ta)
Recapito di posta elettronica:
comune.urupia@gmail.com

Un’educazione vera e profonda si sviluppa solo come autoeducazione e si realizza necessariamente nel confronto con l’altro\ il resto da sè… il contesto comunitario è un terreno socialmente fertilissimo per mettersi in gioco, soprattutto avendo a disposizione uno spazio aperto- un luogo fisico dove potersi muovere liberamente – per esplorare, conoscere e sperimentare a contatto sia con gli elementi naturali – tempo, terra, piante, fiori, animali, persone, pietre… – sia con le numerose possibili attività e opportunità da questi derivanti.

Una comunità educante, autoeducante, nella quale solo chi vi prende parte – persona grande o piccola che sia – decide cosa e come vuole fare, dove nessuno pensa di sapere che cosa è buono, utile e giusto per qualcun altro, dove crescere al di là di programmi già confezionati e obiettivi predeterminati.

Per ulteriori informazioni e notizie: https://urupia.wordpress.com/la-chiameremo-scuola/

Se siete interessati e interessate a partecipare, a ricevere notizie, aggiornamenti e quant’altro fatelo sapere mandando una mail all’indirizzo della comune: comune.urupia@gmail.com


Serendipità (Osimo – Ancona)

Si tratta di una scuola libertaria, per bambini in età prescolare e scolare.
Inserita all’interno di una magnifica cornice naturale, Serendipità ha lo scopo di promuovere un’educazione volta all’essere e non al dover essere.
Serendipità è un progetto condiviso con le famiglie che non delegano la crescita dei propri figli ma divengono corresponsabili e fondamentali per il funzionamento della comunità educante.

Per ulteriori informazioni e notizie: http://lilliput-osimo.blogspot.it/p/chi-siamo.html

Potete contattarci mandando una mail a lilliput2009@hotmail.it
Oppure chiamandoci al 3487855961 – 3406616825

 


I Prataioli (Pavullo nel Frignano – Modena)

“Situata in un borghetto dell’appennino modenese, fra Pavullo nel Frignano e Serramazzoni, la scuolina I Prataioli nasce nel 2013 come comunità educante autogestita da un gruppo di famiglie e accompagnatori. Rivolta a bambini in età prescolare e scolare, attualmente (2015) è frequentata da dieci bimbe e bimbi, tra i 3 e i 6 anni.

È a partire dalla condivisione di un luogo e un tempo, ovvero da uno stare assieme che bimbe, bimbi e adulti crescono e si confrontano con se stessi e con l’altro da sé, nella costante ricerca di un equilibrio fra il rispetto per l’individualità e il senso di comunità. Questa duplice tensione si dispiega quotidianamente nell’assemblea: il luogo per eccellenza in cui, attraverso il dialogo, ci incontriamo, ci raccontiamo, parliamo dei nostri problemi, proviamo a risolverli e, soprattutto, decidiamo assieme cosa imparare e come farlo.

È vivendo il nostro territorio che compiamo i primi passi verso l’imparare in libertà: la possibilità di muoversi liberamente nelle nostre strutture e negli ampli spazi verdi che le circondano, la relazione col mondo e con le persone che lo compongono invita bimbe e bimbi alla scoperta curiosa e spontanea. Ed è dallo stupore che ne scaturisce – primo e fondamentale passo verso la conoscenza – che nascono le molteplici domande a cui ogni giorno cerchiamo di dare risposta, parlando, leggendo, raccontando, sperimentando, esplorando, creando assieme.”

CONTATTI: iprataioli@gmail.com

https://www.facebook.com/iprataioli

Località Casa Bosi, via Casa Filippucci 21, Pavullo nel Frignano (Mo)

 

 

 

 

 

Scuola Ubuntu (Abbiategrasso – Milano)

Località: Abbiategrasso

Nome: Scuola Ubuntu

Anno in cui è nato il gruppo: 2013

Obiettivi/attività:

Scuola Ubuntu è una scuola libertaria, sull’impronta della famosa Summerhill in Inghilterra e fa parte della R.E.L. (rete per l’educazione libertaria), in collaborazione con le scuole libertarie in Italia e nel mondo.
Le pratiche didattico-educative adottate aderiscono alla Carta ONU dei Diritti dei Bambini e si fondano sui principi di didattica attiva di Mario Lodi, Gianni Rodari, Marcello Bernardi, Alexander Neill, Thich Nhat Hanh, Janusz Korczak, Paulo Freire, Lev Tolstoj.
Valorizzando una conoscenza che passa dall’esperienza, basata su cooperazione, solidarietà, collaborazione e condivisione; proposta di una didattica in movimento, aperta al Mondo, in contatto con la Terra, attiva e partecipata.

Possibilità di scelta da parte del bambino, rispetto dei propri interessi e tempi di apprendimento, condivisione delle regole. La proposta didattica è arricchita da lezioni all’aperto, uscite sul territorio, musica, arte, yoga, intercultura, lingue, movimento; il metodo è basato sull’apprendimento incidentale. Il progetto scolastico ed educativo viene condiviso con partecipazione attiva delle famiglie coinvolte.
Scuola Ubuntu è anche un centro culturale ed educativo. Promuove la conoscenza dell’ educazione libertaria ed organizza conferenze e dibattiti educativi e culturali, eventi ed incontri di aggregazione, uscite con i bambini e le loro famiglie.

La scuola libertaria è aperta dalle 8.00 alle 16.30. Con entrata flessibile dalle 8.00 alle 10.00 e due uscite, alle 14.00 o alle 16.30.
La scuola è aperta anche alle famiglie che praticano homeschooling, con la possibilità di partecipazione anche a uno/due/tre giorni settimanali.
Si accolgono bambini e ragazzi dai 3 ai 14 anni (materna, primaria e secondaria).
Nel pomeriggio e la sera sono presenti anche corsi per bambini ed adulti.

Scuola Ubuntu ha la propria sede in una villetta con giardino di via Legnano 2 (dietro la chiesa di San Pietro), sempre ad Abbiategrasso.

Informazioni

mail: dallapartedelbambino@gmail.com
web: www.scuolaubuntu.com
facebook:
 https://it-it.facebook.com/pages/Dalla-Parte-del-Bambino/444148575622533
Cel. 333-3979255

Per saperne di più: http://www.tuttaunaltrascuola.it/ubuntu-dalla-parte-del-bambino/