Di seguito alcune fra le principali scuole democratiche in Europa.

Summerhill, Leiston – Inghilterra

Questo collegio con le sue regole stabilite e la possibilità da parte dei ragazzi di non frequentare le lezioni ha ispirato nel tempo tante altre scuole democratiche ed è stato ed è tuttora il punto di riferimento di tanti educatori e iniziatori di progetti scolastico-educativi. A Summerhill vivono una sessantina di ragazzi dai 6 ai 16 annu che provengono da ogni parte del mondo e fanno esperienza tra la natura, i laboratori e le aule. Qui teoria e pratica vengono considerate di uguale importanza e gli adulti e i bambini hanno lo stesso potere decisionale in assemblea. Alexander Neill, fondatore storico della scuola nel 1921, è stato un grande libero pensatore e precursore in pedagogia, cosa che ancora si respira nell’atmosfera dei corridoi.

Sito: http://www.summerhillschool.co.uk/

 

Kapriole, Friburgo – Germania

La scuola libera e democratica Kapriole si trova in un edificio alla periferia di Friburgo, immersa in uno dei verdi parchi della città a ridosso della foresta nera. E’ un’oasi colorata e movimentata in cui si impara secondo i propri ritmi e i propri interessi.
LA scuola è cresciuta negli anni e al momento sono circa 150 gli iscritti; si inizia da 6 ani e si conclude tra i 16 e i 18, a seconda del diploma che si vuole ottenere (maturità professionale, tecnica o liceale).
A Kapriole non esiste un direttore e pur essendo un’associazione fondata e retta dai genitori questi e gli insegnanti si dividono i compiti. Ai genitori di ogni famiglia sono richieste 90 ore di lavori utili alla scuola. Ci sono gruppi a seconda delle necessità (cucina, restauro, burocrazia, finanza..) in base alle proprie competenze e capacità. Gli insegnanti si occupano dell’aspetto pedagogico. Molti di loro non hanno una formazione riconosciuta come insegnanti. Ciascuno è totalmente libero di impostare la lezione come crede: frontale e asettica o festosa e sperimentale. I ragazzi poi scelgono quale per loro funziona meglio. Il lunedi tutti i presenti si ritrovano per l’assemblea dedicata alle comunicazioni. Insegnanti e ragazzi siedono insieme, tutti possono e debbono comunicare progetti e cambiamenti, tutto ciò che è d’intresse comune.  Le offerte formative vengono esposte giornalmente su una lavagna e i bambini possono decidere cosa seguire giornalmente nei tre blocchi di attività da un’ora e mezzo ciascuno. Di solito le lezioni hanno cadenza settimanali in modo da offrire un ritmo e un percorso di apprendimento ai ragazzi. Gli insegnanti vengono stipendiati dallo stato mentre il resto delle spese viene sostenuto dai genitori attraverso una retta mensile.

Sito: http://www.kapriole-freiburg.de/

 

Sands School, Ashburton – Inghilterra

La Sands School nasce nel 1987 grazioe all’iniziativa di David Gribble e altri insegnanti in risposta alla chiusura, per motivi amministrativi, di una grande scuola democratica, la Dartington. Al momento la Sands conta circa settanta ragazzi dai tredici ai diciotto anni, sette insegnanti, due segretari e un esperto di informatica. Il numero ristretto di iscritti è una scelta consapevole mirata a mantenere egualitario e diretto il rapporto alunno-insegnante.
Aspetto fondante della scuola è la non gerarchizzazione e l’importanza attribuita a tutte le attività che contribuiscono alla vita della scuola: le opinioni e le scelte di ogni studente sono ritenute importanti quanto quelle dei membri del personale e la pulizia della cucina gode di pari dignità che la partecipazione a una lezione di scienze.
Le lezioni alla Sands riguardano tutte le discipline tradizionali proprie del curricolo nazionale e in aggiunta si tengono laboratori manuali, di drammatizzazione, riflessologia e musica. Gli studenti partecipano direttamente alla definizione e allo sviluppo del processo istruttivo pur restando gli insegnanti responsabili del curricolo.
Alla Sands in assemblea vengono concordate le regole e gestita la risoluzione dei conflitti. Attraverso lo strumento assembleare ogni decisione è portavoce di più sensibilità e consapevolezze.

Sito: http://www.sands-school.co.uk/